Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 59684  Discussioni create: 39724  Messaggi inviati: 258882
Iniziata: oltre un anno fa   Ultimo aggiornamento: oltre un anno fa   Visite: 1395

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Salve,

ho creato questo post per discutere delle strategie giudiziali delle Banche nelle cause su anatocismo e usura.

Lo posto in entrambi i forum dell'anatocismo e dei mutui per raccogliere più pareri anche perchè da quanto vedo le Banche si stan muovendo.

Il primo cambiamento che ho notato di recente, è che quando la Banca viene citata per la rideterminazione del saldo del c/c o per il recupero dell'usura del mutuo, spesso no fa la domanda riconvenzionale.

Esempio pratico: saldo passivo di 100000 € sul c/c il cliente fa causa per rideterminare il saldo, la Banca si costituisce chiedendo il rigetto delle domande dell'attore ma non la condanna al pagamento delle somme!

Cosa ne pensate? quale potrebbe essere la strategia delle Banche?

Avete notato qualche altra "tattica" processuale particolare delle Banche voi?

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

solo un legale con esperienza di procedura puo dare una risposta, e credo che non lo farà perche' fa parte del patrimonio dello studio. dall'inzio della vicenda anatocismo ho avuto modo di vedere la strategia di un ottimo legale. qualche cosa ho capito ma. ad ognuno il suo mestiere. salutiHannibalwww.palombarimotociclisti.it

aggiungi un commento
aggiungi un commento


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK