Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 59662  Discussioni create: 39720  Messaggi inviati: 258879
Iniziata: oltre 3 anni fa   Ultimo aggiornamento: oltre 3 anni fa   Visite: 2380

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

buonasera,

ho sottoscritto la polizza europensioneforte ina-assitalia il 04/10/2006 per una durata di anni 8 con scadenza il 04/10/2014. La mia decisione e' di riscattare la polizza e di non avvalermi delle prestazioni pensionistiche, e' possibile? Tengo a precisare che ho 60 anni e non sono in pensione.

ringrazio anticipatamente.

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Dipende dalle condizioni contrattuali che hai stipulato, certe polizze puoi riscattare solo il 50% il rimanente a vitalizio.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

L'art. 18 che contempla il riscatto dice che : il contratto e' riscattabile totalmente o parzialmente su richiesta del contraente dopo che siano trascorsi 8 anni e sia stata pagata almeno 1 annualita' di premio o altri casi che a me non riguardano.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Questa polizza di pensione obbedisce in tutto e per tutto alla legge sui fonfi pensione integrativi,e le suggessive integrazioni e modiicazioni,e pertanto pet la liquidazione devi aspettare la messa in pensione o il raggiungimento per limiti di età che fra 5 anni sara di 67 anni per gli uomini e di 65 per le donne,in questo caso pagherai il 15% di imposta sui premi versati.

Il riscatto è invece ammesso per la disoccupazione per un periodo continuato di 48 mesi pagando il 23% di imposta.Altri casi prevedono le anticipazioni,che non descrivo perchè va oltre la tua domanda.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Io, invece ho letto questo:

nsionistica in forma di rendita vitalizia fino a che l’Assicurato è in vita.
Il Contraente può richiedere l’erogazione della prestazione pensionistica sotto forma di capitale nei casi e
con i limiti previsti dal Decreto.
b) Riscatto
Su richiesta del Contraente, esclusivamente nei casi previsti dal Decreto e dalla normativa vigente in
materia di previdenza complementare, è consentito riscattare totalmente o parzialmente il Contratto.
In caso di morte dell’Assicurato prima della data di accesso alla prestazione pensionistica assicurata, la
posizione individuale maturata alla data del decesso viene riscattata dagli eredi.
Durante il periodo di erogazione della rendita non è consentito alcun riscatto.

Esattamente quello che ha scritto nel precedente intervento Pollice.



Se sommate il T.A.N. al Tasso di Mora, tutti i mutui stipulati dagli italiani sono presuntivamente usurai, TUTTI, proprio TUTTI

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

b) Riscatto
Su richiesta del Contraente, esclusivamente nei casi previsti dal Decreto e dalla normativa vigente in
m

Questo DL è il n°252 del 5 dic.2005 e la normativa vigente si riferisce alle nuove regole per maturare il diritto alla pensione nella gestione di base di appartenenza.

aggiungi un commento
aggiungi un commento


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK