Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 59684  Discussioni create: 39724  Messaggi inviati: 258882
Iniziata: oltre un anno fa   Ultimo aggiornamento: 5 settimane fa   Visite: 20095

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

questa la mia situazione: nel 94 (ero in marina) stipulo polizza INA 25 anni e mi disinteresso dell'andamento della stessa (prodotto e condizioni erano state visionate da persone di cui mi fidavo) fino a che 2 anni fa un agente INA cerca di propormi un miglioramento di polizza. Dopo qualche consulto rifiuto la proposta e mi decido finalmente a conoscere cosa fanno dei miei soldi, ecco cosa ho scoperto fin'ora: l'opuscolo informativo consegnatomi all'atto della stipula era relativo alla polizza 03FC (stesso codice riportato nella proposta di assicurazione individuale da me firmata alla stipula) ma nelle quietanze, nei dati della polizza, nei resoconti cartacei dell'agenzia e soprattutto da confronto con il personale INA appare accanto al 03FC un fantomatico asterisco "*" (star dicono loro) risultato?03FC garantisce un minimo del 4% annuo (quindi interessi composti), 03FC* garantisce un minimo del 2,5% solo sul capitale versato a scadenza e non sono consolidati gli eventuali guadagni ottenuti nel corso della polizza. Chiedo di mostrarmi le condizioni di 03FC* ma non esistono più in agenzia e o mi fido della sig.ra che ha 30 di esperienza oppure devo inoltrare richiesta all'agenzia centrale.Ora prima di rivolgermi alla centrale vi chiederei se qualcuno ha a disposizione le condizioni della 03fc*. Che ne pensate? Se le condizioni fossero veramente quelle illustratemi il prodotto che mi hanno venduto è altamente aleatorio (alla scadenza del contratto tutto dipenderà dal valore della parte è come un terno al lotto) senza nessuna garanzia perchè il 2,5% sul capitale versato mi ridarebbe più o meno quello che ho versato, ma opposta era la linea di promozione al momento della stipula degli agenti (che per altro mi hanno dato le condizioni sbagliate), promettevano un rendimento minimo allettante, eravamo solo dei giovani sottufficiali con buste paga mediocri. Aiutatemi a capire.

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta
Pagina 5 di 6
Vai alla pagina [1 2 3 4 5 6]

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

perchè se avesse bisogno di anticipazioni potrà chiederle a tassi agevolati nei limiti del valore di riscatto---che buoni, ti prestano i tuoi soldi ad un tasso agevolato :-)benevole queste assicurazioni eheheh.peccato che in fondo è davvero la soluzione migliore piuttosto che riscattare o prendere soldi a prestito dalle finanziarie.immagino che un contratto così cervellotico nulla abbia a che vedere con un investimento prudente di accantonamento, per fortuna oggi i contratti sono più chiari e specificano anche i costi, oltre al fatto che isvap fissa i tassi ai quali presentare i prospetti. così li si evita più facilmente :-)

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Secondo me non hai capito,nulla del funzionamento di fondo ina.Se tu fossi della partita dovresti levarti il cappello di fronte a questa polizza.Nata nel 1983 è stata la prima polizza rialutabile legata ad un fondo di investimento,rinnovando i fasti di un glorioso istituto guidato dal maggior attuario che l'italia abbia mai avuto il Dr Antonio Longo,precursore delle indicizzate degli anni 60,e delle rivalutabili degli anni 70.Non c'è tipologia di polizza oggi sul mercato che non sia prima stata proposta da Ina.Ecco perchè dico non conosci il contesto,

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

e cosa dovrei rispondere a questo intervento autopromozionale? mi sono perso un affare, peccato! ma le frasi commerciali ad effetto, la storia, la solidità della compagnia, ecc ecc. cosa c'entrano?magari però ad avere le condizioni contrattuali (complete di indicazioni di costi) si può fare qualche considerazione diversa.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

cpossono anche averle consegnato condizioni diverse, in ogni caso fa fede ciò che riporta il contratto, sulla faccia del quale c'è certamente scritto il "Nome tariffa".l'applicazione del minimo garantito non credo sia diversa (certo nessuna assicurazione fa i calcoli sul versato, ma solo sul netto investito), certo che il 4% o il 2,50% non sono la stessa cosa.aro michelino

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Ciao a tutti, rispolvero questa discussione perchè ho bisogno di un consiglio.

Ho stipulato una polizza 03FC/ nell'ottobre del 2000 della durata di 15 anni. Sono stato contattato dall'INA in questi giorni e mi hanno proposto di non pagare l'ultimo anno, di riscattare la polizza senza penali e contestualmente girarla in un prodotto che si chiama ANCORA PIU' FLESSIBILE, bloccandola per 5 anni con vincolo almeno annuale. Io mi ricordo che quando stipulai la polizza mi dissero che la cosa più conveniente da fare alla scadenza sarebbe stata di bloccarla. C'è qualcuno che mi saprebbe dare un buon consiglio?

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Pagina 5 di 6
Vai alla pagina [1 2 3 4 5 6]


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK