Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 59662  Discussioni create: 39720  Messaggi inviati: 258879
Iniziata: oltre un anno fa   Ultimo aggiornamento: oltre un anno fa   Visite: 2570

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Buonasera, sono nuovo del forum e avrei bisogno di capire come comportarmi nei riguardi della situazione in cui si è trovata mia moglie.

Più di un mese fa mia moglie stava uscendo con l'auto dal parcheggio di un ospedale, quando, all'improvviso, un pedone, distrattamente, ha urtato la fiancata dell'auto. Mia moglie è scesa dall'auto per prestare soccorso ma quella persona le ha detto che non si era fatta nulla ma, per qualunque cosa, mia moglie gli lasciava il numero di telefono. La sera stessa mia moglie richiamava questa persona, per sapere come stava, e questa le rispondeva che stava bene.

Adesso, a distanza di tempo, riceviamo una telefonata a casa da un tizio che dice di rappresentare questa persona, senza qualificarsi come avvocato o come assicuratore, e voleva avere i dati della nostra automobile, in quanto la persona in questione, si sarebbe infortunata il ginocchio a causa dell'urto con la nostra auto; noi non gli abbiamo dato nulla, dicendo che ci prendevamo del tempo per avvertire la nostra assicurazione. Pertanto ho contattato l'assicurazione e loro mi hanno detto che dovrei fornire i dati alla persona infortunata e poi avrebbero aperto un fascicolo di infortunio.

A questo punto non so come muovermi, in quanto, questa persona potrebbe aver simulato l'infortunio e, inoltre, la mia assicurazione, onde evitare cause legali, potrebbe liquidare questo tizio aumentando a me il costo.

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Vi consiglio di fare una denuncia cautelativa,usando il modulo blu,e descrivendo nel recto del modulo i fatti per come sono realmente avvenuti,avete fatto bene a non dare i dati,ma la denuncia va fatta subito,

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

pazzesco,è successa una faccenda simile a mia zia .usciva dal supermercato (mia zia ha 72anni ma è sveglia,attiva e lavora ancora come stilista )con le borse in mano carica la macchina chiude il cofano,accende mette la prima ..di fianco scende una persona chiude la portiera e x sbaglio urta col gomito la fiancata del suv di mia zia..mia zia andava piano..era appena partita il tizio la guarda ..lei scende e cortesemente gli chiede dove aveva la testa..ma in modo scherzoso e bonario..il tizio gli dice va tutto ok signora non ho nulla appena toccato col gomito di striscio..mi scuso x l'inconveniente,mia zia allora gli chiede di far vedere il gomito (x una forma di coscenza..)lui alza il braccio appena un pochetto arossato ma una roba da nulla propio,la zia gli offre un caffè al bar si intrattiene 15min..maad ogni modo mai lasciare nume.ad estranei....io mi chiedo a volte se le truffe sono applicabili è perchè si trova il soggetto giusto,ma x bacco amici sveglia un pochetto ..se vedete che il signor infortunato non ha nulla da far ricovero ospedaliero..che si fà..si saluta con la massima gentilezza e cortesia come ha fatto zia mia (72anni )teniamo conto in che era viviamo dove le truffe sono all'ordine del giorno..ahimè.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Salve a tutti.

Riprendo questa discussione in quanto in quanto, a distanza di più di 5 mesi dall'evento, ci è giunta una lettera di un avvocato che, per conto di quel pedone, di cui alla discussione, ci intima di fornire i dati dell'auto coinvolta nell'incidente in quanto il suo cliente avrebbe avuto dei danni a seguito dell'urto e quindi chiederebbe un risarcimento; oltretutto indica che sono presenti alcuni testimoni.

La cosa strana, come indicato anche sopra, è che mia moglie ha sempre chiamato questa persona nei giorni successivi all'incidente e questi ha sempre detto che stava bene.

Ora, a distanza di tempo, questi vuole essere risarcito.

Premesso che vorremmo risarcire questa persona se effettivamnete ha avuto dei danni ma, visto che ci ha sempre detto che stava bene e solo a distanza di 5 mesi ci invia la lettera del'avvocato, mi sembra che si voglia approfittare di tutto ciò.

Volendo uscire quanto prima da questa situazione, cosa mi consigliereste di fare?

Gli unici riscontri che abbiamo dell'incidente sono alcune foto scattate subito dopo l'accaduto.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Caro vins,prima casa fai la denuncia come peraltro ti avevo raccomandato,seconda cosa non devi assolutamente rispondere all'avvocato delle cause perse,terza cosa se ha diritto o non ha diritto al risarcimento lo decide la tua assicurazione,fatta la denuncia considera chiusa la partita,rispondi solo alle comunicazioni della tua compagnia.Le foto tienile da parte

aggiungi un commento
aggiungi un commento


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK