Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 60153  Discussioni create: 39758  Messaggi inviati: 258963
Iniziata: oltre un anno fa   Ultimo aggiornamento: oltre un anno fa   Visite: 4289

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Ciao a tutti,

possiedo due carte Findomestic revolving (mandatemi a seguito di 2 acquisti a rate tutti e 2 completamente saldati) per un importo totale di circa 10 mila euro. Su una delle due carte, con plafond 5000 euro, pago una rata di 190 euro mese regolarmente, ed ho attualmente un fido di 4000 euro da saldare. L'altra, con rimborso tramite bollettino sempre per una cifra prossima ai 200 euro mese, ha un saldo di quasi 4500 euro (siamo quindi a 9500 euro che io devo a Findomestic). Il problema è che sulla seconda carta, già da due mesi ritardo con i pagamenti e credo che presto dovrò bloccarmi. Ho perso il lavoro e mi ritrovo in grandissime difficoltà, questi soldi li ho presi mesi fa dalle carte proprio come ultima speranza per la vita di tutti i giorni. Ora però sono ad un bivio: smettere di pagare sarà la mia unica soluzione non disponendo piu di fondi necessari. Sono già due mesi che, ritardando, vengo pressato telefonicamente da operatori Findomestic che prima velatamente e poi insistentemente minacciano iscrizione a registro cattivi pagatori.

Specifico che sono anche titolare di una carta VISA Associata al mio conto bancario (carta normale, non revolving, che non ho problema a saldare ogni mese visto che è quella che utilizzo per le spese ordinarie giornaliere). Rischio di vedermi bloccare questa carta anche? Come posso fare per proporre a Findomestic un saldo a stralcio o un piano di rientro più graduale magari con sconto sul saldo totale?

Se non pago entro quando verrò iscritto al registro cattivi pagatori? Mi trovo in serie difficoltà, attualmente vivo in affitto e l'unico bene intestato è la mia autovettura, vedermela pignorare sarebbe veramente un problema.

Vi chiedo gentilmente un consiglio su quale strategia migliore da adottare visto che ho notato che i tipi di Findomestic sono le persone meno concilianti e comprensive del mondo.

Grazie mille

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta
Pagina 2 di 2
Vai alla pagina [1 2]

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

volevo dare un contributo a chi si trova in difficoltà con le carte revolving in generale in special modo quelle rilasciate dalle finanziarie.

Molte finanziare a seguito di un finanziamento inviano al domicilio del finanziato la famosa carta revolving, questo se i pagamenti del finanziamento sono regolari. A tale riguardo, ci sono delle disposizioni della banca d'Italia che regolano anzi impongono alle finanziare ed agli intermiediari bancari di rilasciare le carte di credito e le carte revolving seguendo uno specifico iter.

La carta di credito o carta revolving prima del rilasco e quindi dell'invio presso il domicilo, deve essere pubblicizzata da parte dell'emittente, il cliente deve essere prima edotto delle condizioni contrattuali della carta, tassi, spese colegate ecc ecc.

Dopo, previa accettazione da parte del clinente, dallo stesso deve essere firmato ed accettato uno specifico contratto rilativo alla carta revolving scelta o pubblicizzata. Solo dopo la firma del contratto la finanziaria o l'istituto di credito puo' inviare la carta revolvin o di credito al richiedente.

vi posto quanto comunicato dalla banca d'italia con comunicazione nr. 0313116/10 del 20/04/2010 classificazione VII 2 8 (Vi posto la parte piu' interessante dato che sono circa 5 pagine):

B.2) Invio di carte di credito non espressamente richieste dal cliente

È stata riscontrata la prassi di inviare alla clientela, già acquisita in forza di precedenti
contratti di credito al consumo, carte di credito revolving o ad opzione. Talvolta, le suddette
carte sono state inviate già attivate; in altri casi, è stata prevista l’attivazione da parte del
cliente.
Si rammenta che l’art. 8, comma 1, lett. b) del D.Lgs. 11/2010 stabilisce che “il
prestatore di servizi di pagamento che emette uno strumento di pagamento ha
l’obbligo di (…) astenersi dall’inviare strumenti di pagamento non
specificamente richiesti, a meno che lo strumento di pagamento già consegnato
all’utilizzatore debba essere sostituito”.

In assenza di esplicita richiesta del cliente, attestata dalla sottoscrizione di
apposito e separato contratto, gli intermediari non possono inviare alla clientela

strumenti di pagamento. Tale divieto si applica anche nel caso in cui lo
strumento di pagamento venga inoltrato inattivo.


Questo cosa significa? significa che la maggior parte delle carte revolving in possesso di moltissime persone sono state rilasciate senza alcun specifico contratto accettato e sottoscritto. Questa condizione è impugnabile in sede proicessuale, questo le finanziarie lo sanno benissimo, infatti queste revolving giungono con un semplice cartoncino riportante il plafond disponibile, il tan e qualche altro dato insufficiente e non in linea con quanto disposto dalla Banca d'italia.

Quindi con questo non voglio esortare nessuno a non pagare quanto dovuto, ma chi avesse smesso di pagare le rate delle suddette revolving per difficoltà economiche sappia che la finanziaria o istituto di credito prima di intraprendere un'attività giudiziale, e quindi richiedere il pignoramento di beni o altro, ha tutto l'interesse a rientrare in possesso del credito senza aderire per le vie legali (recupero crediti ecc ecc) e in molte occasioni si riducono a porvi una soluzione a stralcio.

Ricordo questo solo per le revolving che non sono state rilasciate dopo la sottoscrizione di un contratto ben specifico.

Poi, il discorso del tasso usurario applicato alle revolving è un'altro discorso piu' ampio.


aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Caro Massy2010 grazie per questo intervento

Alla luce di ciò, quindi, cosa mi consigli di fare? Entrambe le revolving mi arrivarono a casa a seguito di 2 contratti di finanziamento (piccole somme, in entrambi i casi due pc che utilizzo per lavoro) regolarmente saldati e pagati fino all'ultima rata. Come posso muovermi ora? Fammi sapere per cortesia

Grazie

Cordiali Saluti

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Pagina 2 di 2
Vai alla pagina [1 2]


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK