Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 60151  Discussioni create: 39758  Messaggi inviati: 258963
Iniziata: oltre un anno fa   Ultimo aggiornamento: oltre un anno fa   Visite: 2975

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

buongiorno, ho dei buoni postali fruttiferi fatti nel 1987 e nel 1989 ... i rendimenti se non vado errato sono buoni ... dietro indicano fino al 30° anno dei tassi al 12% (praticamente un sogno) però non ricordo qualcuno mi disse che c'è da pagarci il bollo per ogni anno ... i buoni sono da lire 100.000 l'uno ed in totale ne dovrei avere circa 10 ...

mi sapreste dire se devo pagare 34.20 per ogni anno per ogni buono oppure la tassazione è differente e come sarebbe?

inoltre l'imposta sugli interessi è del 20, del 26 oppure si applica l'imposta che era in vigore nel 1987/1989 ?

grazie a tutti per le risposte

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Il bollo lo si paga dall'anno 2011 in avanti a seconda dell'importo complessivo,su ogni singolo bpf con un minimo di € 1,81 (non posso fare il calcolo preciso non avendo in mano i i titoli). Sono equiparati ai titoli di stato per cui la tassazione è al 12,50%. Pre 1987 erano esenti da tassazione sulla plusvalenza.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

menelaoo grazie per la gentile risposta! secondo te allora sarebbe conveniente ancora tenerli aperti visto che andranno a scadenza nel 2017 e 2019?

eventualmente se vuoi ti indico importi scadenza e intestatari

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Molto più semplicemente, vai sul sito di Poste, sez. risparmio e investimenti-buoni postali fruttiferi.calcola il valore del tuo buono. Lì potrai verificare il valore di riscatto ad oggi e quello al trentennale. A mio parere, visti i tassi odierni, conviene lasciarli tranquilli fino al 2017 e 2019 o, nel caso servisse della liquidità e fosse necessario incassarli, depositarli su un libretto postale Smart, all'1,75% annuo.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

grazie ancora menelaoo ! quindi da quel sito mi calcola automaticamente anche l'imposta che viene detratta ... perfetto !

aggiungi un commento
aggiungi un commento


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK