Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 60151  Discussioni create: 39758  Messaggi inviati: 258963
Iniziata: oltre 3 anni fa   Ultimo aggiornamento: oltre 3 anni fa   Visite: 4587

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Salve a tutti,

considerando che sto pensando ad un modo dove riporre in modo sicuro e garantito alcuni risarmi (si parla di poco meno di 20mila euro) stavo pensando al Libretto SMART.

Sono stata intestataria anni fa di un libretto postale classico, ma la rigiditò dello stesso (assenza di carta prelievi per esempio) me l'ha sempre reso un po' poco prattico.

Questo nuovo libretto SMART sembra aver sopperito quella lacuna, ne sapete qualcosa?

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta
Pagina 6 di 8
Vai alla pagina [1 2 3 4 5 6 7 8]

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Vero anche quello che dici tu occhidimarta, sicuramente il libretto lo può usare anche un adolescente perchè è semplice da utilizzare e non necessita di conoscenze straordinarie... Dopo ovviamente non è un servizio che tutti sceglierebbero quello si, perchè c'è chi invece rischia di più proprio percè vuole guadagnare tanto...

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

c'è chi invece rischia di più proprio percè vuole guadagnare tanto...

Il libretto,il conto corrente,sono forme diffuse e pratiche per gestire un piccolo budget famigliare,ma non certo per ottimizzare il guadagno,sono forme valide più per i servizi collegati che per il resto.

Io non so quanti anni avete,e se avete ben chiaro il concetto di inflazione,cioè quel fenomeno che porta un aumento del costo della vita,ebbene questi impieghi non pretendono di salvaguardare il capitale rispetto all'inflazione.

Oggi la crisi si manifesta invece attraverso il contrario ossia una inflazione negativa chiamata deflazione,e quindi se non si vuole rischiare può andar bene anche il libretto,o il conto di deposito ma per guadagnare nel tempo occorre uscire in campo aperto ed andare oltre,e quindi un piccilo suggerimento il mondo del risparmio comincia con smart ma finisce col big.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Ma qui nessuno parla di ottimizzare il guadagno credo... Si sta solo cercando un modo per mettere da parte alcuni risparmi! Con la possibilità di avere un tasso di interesse valido, come può essere quello del libretto smart dell'1,75% . Io personalmente non miro ad investimenti rischiosi, e neppure a guadagnarci sopra tanti soldi! Credo sia più importante cercare di mettere al sicuro i propri risparmi per tenerli buoni per il futuro!

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Ed io non voglio assolutamente sembrare pedante,ma ti ricordo che questa storia del libretto smart,è stata aperta da un tipo che aveva molti soldi da impiegare fino al momento di investirli in immobili.La sua richiesta di suggerimenti terminava con l'avvertenza per favore niente titoli di stato.

Da questa richiesta iniziale è nata una serie di proposte affrettate e poco ragionate che a distanza di tempo perdura.

L'estensore del post non vuole i titoli di stato per la paura matta (dice testualmente la notte non dormirei),di dover affrontare un eventuale default,ma a nessuno è venuto in mente che in questo caso malaugurato per le sorti italiche per i libretti ed i depositi tutte le garanzie salterebbero ugualmente.Detto in altra maniere fa sorridere l'idea che bancoposta sia più sicura del titolo sovrano,

Se è vero questo è anche vero che prima del libretto smart dovrebbero essere presi in esame altre soluzioni,e che il libretto come prima scelta discende da una scarsa cultura finanziaria,con tutto il rispetto,e questa scarsa cultura si riflette poi negativamente nei rapporti con gli intermediari,banca,posta,assicurazioni,fino a determinare anomalie evidenti di cui la rubrica risparmi ed investimenti è piena.

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Pagina 6 di 8
Vai alla pagina [1 2 3 4 5 6 7 8]


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK