Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 60153  Discussioni create: 39758  Messaggi inviati: 258963
Iniziata: oltre 3 anni fa   Ultimo aggiornamento: oltre 3 anni fa   Visite: 4588

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Salve a tutti,

considerando che sto pensando ad un modo dove riporre in modo sicuro e garantito alcuni risarmi (si parla di poco meno di 20mila euro) stavo pensando al Libretto SMART.

Sono stata intestataria anni fa di un libretto postale classico, ma la rigiditò dello stesso (assenza di carta prelievi per esempio) me l'ha sempre reso un po' poco prattico.

Questo nuovo libretto SMART sembra aver sopperito quella lacuna, ne sapete qualcosa?

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta
Pagina 7 di 8
Vai alla pagina [1 2 3 4 5 6 7 8]

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

No il titolo del post inviato da vicko era come investire parecchi soldi,ecc e gia al 2 intervento occhio di marta proponeva lo smart vantando 1,75,quindi,per amor di verità e solo per quello si parlò subito dello smart e dell'1,75 lordo a certe condizioni precisate da consul ecc.

Ora cerchiamo di capirci per evitare altre incongruenze e pongo 3 questioni,la prima:se lo stato va in default non c'è libretto che tenga,seconda questione: ponendo il rischio uguale ad 1 per i titoli di stato,tutti gli altri come sicurezza lo possono equagliare e non superare,terzo a rischio uno è possibile ottenere rendimenti ottimizzati.Il successo dei conti, libretti, e depositi dipende esclusivamente dalla scarsa conoscenza di base dei vari strumenti di risparmio, non è questione di sicurezza è questione di conoscenza,l'italia è il paese europeo con masse di liquide enormi lasciati a dormire su conti o libretti o depositi,masse che vengono poi usate dal sistema in tante altre maniere generando profitti che con maggior impegno avrebbero potutoritornare nelle tasche dei risparmiatori,non credi.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Ovviamente per parecchi soldi le valutazioni sono diverse, per accantonare i piccoli risparmi senza vincoli e senza rischi (sempre limitatamente a quanto detto) ben vengano libretti e conti deposito, senza dare degli ignoranti agli utenti. Perchè ad oggi per avere rendimenti migliori bisogna allungare parecchio la durata, anche coi titoli di stato, visto che i tassi sono ai minimi.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

senza dare degli ignoranti agli utenti.

Due righe sopra la tua testa si parla di scarsa conoscenza,di scarsa cultura finanziaria,che si copncretizza nei comportamenti reali,gli ignoranti veri son coloro che vogliono restare tali,che sono impermeabili alla conoscenza, tu...di che segno sei

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Perchè ad oggi per avere rendimenti migliori bisogna allungare parecchio la durata, anche coi titoli di stato, visto che i tassi sono ai minimi.

Quindi torniamo punto e d'accapo il libretto o il cc sono forme di impiego,tu e i tuoi troll avete parlato di investimento.e poi i titoli di stato sono un esempio: ci sono gli etf i fondi in valuta,i covered,c'è l'euro a - 8 % sul dollaro,uno che si definisce consulente deve istruire deve educare,allargare gli orizzonti,dopo solo dopo molto dopo, può salire in cattedra e trinciare giudizi e nomee,senza manco conoscere gli altri,tanto per dire fino ad ora ti sei interfacciato con una decina di persone e tutte sono troll,compreso il buon dante,non è per caso che è il bue che dà del cornuto all'asino.Scendi dal pero please.

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Pagina 7 di 8
Vai alla pagina [1 2 3 4 5 6 7 8]


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK