Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 59698  Discussioni create: 39725  Messaggi inviati: 258886
Iniziata: oltre un anno fa   Ultimo aggiornamento: oltre un anno fa   Visite: 13667

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Buon giorno. Vi spiego il mio problema irrisolto!!

Ad Agosto del 2011 ho emesso un assegno. Dopo circa un mese ricevo una raccomandata dalla Centrale di Allarma Interbancaria (CAI), dicendomi che l'assegno era scoperto e che dai successivi controlli (dopo 2 giorni) si è provveduto all'addebito.Però questo non è stato sufficiente a evitare l'iscrizione al CAI, e quindi ho dovuto pagare , a favore del beneficiario, il 10% dell'importo dell'assegno. Prima di pagare, ho parlato con il beneficiario e mi ha garantito che questa penale mi veniva poi restituita e che hanno capito che è stato solo un mio disguido. A distanza di due anni e mezzo, non ho ancora recuperato questi soldi, il motivo ( scoperto solo da poco, dopo tanta insistenza) è che il beneficiario non ha mai fatta richiesta di "Allegato 12"!!!

Qualcuno può consigliarmi cosa fare e a chi rivolgermi? Il mio problema è che ora vivo all'estero e verrò in italia la prossima estate.

Grazie per l'aiuto!

Claudia

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta
Pagina 2 di 2
Vai alla pagina [1 2]

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Bene chiudiamo il cerchio di questa di discussione. Per NON essere iscritti in C.A.I. o si fa un "DEPOSITO CAUZIONALE" presso la filiale dove si ha il conto o si fa rilasciare la così detta "LIBERATORIA" (l'oramai famoso all. 12 delle Poste e solo per le Poste). L'uno è ALTERNATIVO all'altro. L'uno ESCLUDE l'altro. NON è possibile fare tutte e due le cose. Penso di essere stato chiaro.

Se si decide di SCEGLIERE di fare il deposito cauzionale (NON deposito vincolato), la banca/posta attiva il procedemento previsto, che FINISCE con un bonifico alla banca dove chi avanza i soldi ha il conto. Una volta che questa banca riceve il bonifico lo gira al suo cliente (beneficiario dell'assegno), così il cerchio è chiuso. Il beneficiario l'assegno è stato pagato, il traente NON viene iscritto al C.A.I,

Invece per l'altro partecipante alla discussione e per NOn confondere le idee a chi segue (leggendo anche senza partecipare) questo forum che ha scritto:

Il beneficiario nel momento in cui l'assegno viene protestato per assenza di fondi procede alla compilazione dell'allegato 12 per ricevere la somma spettante comprensiva del 10% che di legge gli spetta.

E' una procedura che tiene indenne il beneficiario dal doversi munire di avvocato e dare vita a una serie di corrispondenza.

Il beneficiario NON fa proprio nulla e NON è una procedura per evitare di andare dall'avvocato. Stiamo parlando di una procedura per evitare che il traente (chi firma l'assegno) venga iscritto al C.A.I, con tutto quello che ne deriva (per effetto della variazione a suo tempo fatta dal legislatore che ha deciso di far diventare il reato di emissione di assegno a vuoto da penale ad AMMINISTRATIVO). Il fatto di andare dall'avvocato è tutt'altra cosa e serve per mettere in piedi l'azione esecutiva del "TITOLO DI CREDITO" assegno, per recuperare i soldi.

Ripartendo dall'inizio, il beneficiario compila la liberatoria ESCLUSIVAMENTE se contattato dal suo debitore (quello che ha emesso l'assegno) che gli dice . Se MAI si sente dire questo da chi non ha pagato l'assegno di cui è il beneficiario, NON farà mai nulla, gli rimane solo di prendere l'assegno (che è un titolo di credito esecutivo) portarlo dal suo avvocato che inizierà tale azione.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Grazie Dante87!!! Ora ho le idee chiare!!!! grazie per aiuto, molto chiaro!!!

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Pagina 2 di 2
Vai alla pagina [1 2]


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK