Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 60087  Discussioni create: 39752  Messaggi inviati: 258952
Iniziata: oltre 2 anni fa   Ultimo aggiornamento: oltre 2 anni fa   Visite: 2827

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

dal 2002 e fino a tutto il 2007 avendo il lavoro,essendo rapprsentantedi aziende usavo per i miei spestamenti una carta di credito revolving, dal 2008 con la crisi non ho potuto più pagare la rata mensile, avevo un fido di 5000 euro per di più assicurati contro morte, incidenti,e mancanza ipotetica di lavoro. la rimanenza era euro 3200.. ho avvisato la banca che non potevo al momento continuare a pagare,. mai avuto una risposta da questo istituto bancario estero, con sede a milano. nel frattempo sono andato in pensione. nel 2013 mi arriva una raccomandata di una societa di torino che aveva acquistato il mio debito dalla banca e mi chiedeva il pagamento immediato al massimo entro 10 gg. .di euro 5600.altrimenti avrebbero aperto una causa in tribunale.ho telefonato a questi signori cercabdo una transazione, ma volevano cambiali e assegni massimo scadenza 6 mesi. avevo proposto euro 200 mensili, ma non ne hanno voluto sapere. tramite il sindacato ho trovato un avvocato che mi assicurava che al ammasimo si sarebbero dovuti accodare. infatti avendo un contenzioso con equitalia ,per saldarla sono ricorso alla cessione di un quinto della mia pensione. a ottobre del 2014 il giudice puravendo documentato tutta la mia situazione econimica,affitto casa, moglie a carico nulla tenente, io invalido civile, tramite avvocato avevo anche scritto alla societa creditrice un accordo bonario di euro 2500 mensili più euro 500 sulla tredicesima, hanno rifiutato, il giudice ha dato loro la provvisoria esecutivita a iniziare da ottobre 2014.e loro hanno richiesto all'inps il pagamento del quinto con inizio ottobre 2014. adesso siamo al finale mi è arrivato un precetto con tutte le spese accesorie,avvocati loro 2, spese di tribunale per ulteriori euro 4650. da pagare entro 10 gg. non hanno perso tempo hanno fatto un altra richiesta di pignoramento presso terzi, cioè nel caso mio l'inps. la mia pensione è di euro 1900 mensili, da defalcare la cessione volontaria a favore di equitalia di euro 380, piu altri euro 380 a loro, meno euro 700 di affitto casa, mi rimangono circa 490 euro che tolte le bollette,arrivo a circa 300 euro. morale non arriviamo alla ultima settimanacdel mese.il giorno 30prossimo ultima udienza con il giudice addetto ai pignoramenti.... pensate che anche in virtu della legge 83/2015 debbano accodare...altrimenti non so proprio cosa fare....scusate e grezie di una vs. risposta e consiglio in merito. il mio avvocato..era meglio che ero andato da solo in tribunale....ha voluto euro 2000 per non far niente...solo atto di presenza.

.

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Con il decreto 83 che tu citi,vanno defalcati 672.sul netto percepito,se poi dimostri le spese di affitto,non ci sarà spazio oltre 1/5 che resta.Quindi dovrebbe andare un po' meglio di come pensi.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

sig.pollice ,la ringrazio per la sua cortese risposta, penso come lei mi ha scritto, che vista la situazione accoderanno le spese richieste all'ultima cessione decretata dal tribunale. il giorno 30 p.v. ore 9 sono invitato a presentarmi dal giudice responsabile di conferma pignoramenti, ci posso andare da solo presentando tutta la documentazione, compreso ovvio il mio contratto di affitto regolarmente registrato, mi lascerà parlare, o dovrò fare scena muta....altrimenti ci deve andare l'avvocato che mi ha seguito fino adesso....con pessimi risultati.....forse non aveva il santo in paradiso....a proposito il giudice è lo stesso del precedente pignoramento...la prego mi consigli il dar farsi e la ringrazio peril suo tempo perso con me.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Oltre al contratto,portati anche le ricevute dei pagamenti fatti.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

gentile sig.pollice, un ultima domanda: il giorno 30p.v posso andare io in tribunale portando la documentazione e chiedendo l'accodamento, ma il giudice mi farà parlare,esporre la situazione, oppure debbo inviarci l'avvocatessa che sinceramente non ha fatto niente di niente per me, certo che debbo pagare lo sapevo, e già sto pagando da novembre dello scorso anno,ritirano 1/5 della pensione....la cifra che adesso mi chiamano a dare sono circa 9500 euro di sole spese, onorari,tribunale....un assurdità...con il debito che era € 5500....siamo da urlo, da far conoscere ai giornali e tv.....speriamo che mi accodino questa cifra...altrimenti sono in crisi profonda.sicuramente la pratica è stata volutamente portata per le lunghe, mentre bastava una sola udienza per concludere....evidente che volevano pappare....e stanno pappando.....grazie per la sua gentile risposta.

aggiungi un commento
aggiungi un commento


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK