Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 60146  Discussioni create: 39757  Messaggi inviati: 258962
Iniziata: oltre 3 anni fa   Ultimo aggiornamento: oltre 3 anni fa   Visite: 2649

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Buongiorno.
Faccio piccole operazioni di trading su azioni quotate nella borsa italiana, e lo faccio direttamente avvalendomi dei servizi internet della mia banca. A suo tempo sulla piattaforma MTA ho acquistato le azioni ordinarie SNIA. In data 22/12/2010 Borsa Italiana ha revocato la quotazione di tali azioni a seguito dell'avvio dell'amministrazione straordinaria della Societa', e da allora la mia banca ha sempre mantenuto il carico delle azioni nel mio Rendiconto titoli. Aggiungo che dal punto di vista fiscale ho scelto il "Regime del risparmio amministrato". Chiedo se allo stato sia possibile (ancora) vendere tali azioni fuori dalla borsa, ad un prezzo simbolico, al fine di realizzare una minusvalenza di alcune migliaia di Euro da poter poi utilizzare dal punto di vista fiscale in compensazione con le future plusvalenze, ed in tal caso come devo procedere. Se non ricordo male, alcuni anni fa avevo letto che era possibile perfezionare la cessione delle azioni alla presenza di un funzionario della banca, pagando le tasse dovute, chiedendo ed ottenendo poi dallo stesso funzionario l'inserimento della minusvalenza cosi' determina nel mio Riepilogo generale delle minusvalenze tenuto dalla stessa banca: ricordo bene?
Vi ringrazio fin d'ora per i consigli e comunque per l'aiuto che vorrete darmi.
Child

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta
Pagina 2 di 3
Vai alla pagina [1 2 3]

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

bocconiano, bancario, ma non dirigente. come cetestino V ho fatto il gran rifiuto, per coerenza. troppo sbatti per due lire in più e per rinunicare alla mia faccia.

e per coerenza non ho remore a rispondere come so, certo che l'invidioso ragioniere siciliano saprà aggiungere qualcosa di omesso o di errato, da parte mia, volontariamente o (molto) meno Quindi, le mie risposte indicative e non vincolanti (siamo su un forum e non conosco la banca e tanto meno il funzionario, e tantomeno i particolari della risposta), sono le seguenti:

1) non ti resta altro che insistere, come se volessi estinguere un conto titoli con solo quelle azioni in giacenza (argomento già toccato su questo forum);
2) di che tassa vai parlando? Sulle minusvalenze non si pagano tasse, eventualmente, come hai detto tu, si portano a conguaglio delle plusvalenze, e comunque è un conteggio a carico della banva. In attenativa, non ho capito a cosa ti riferisci;
3) In generale, se è cessione alla banca, che acquista le azioni con quotazione revocata in attesa di eventuale ripristino con concambio e quant'altro, va redatto un contratto scritto, sempre opponibile. Il notaio potrebbe peraltro essere di supporto nel caso di totale perdita di valore delle stesse, per distruzione o per "espulsione" dal mercato, al fine di certificare il valore zero delle azioni stesse ed il criterio di eventuale quantificazione ed attribuzione del valore alle stesse;
4) il trasferimento dell'azione è a carico della banca, che le detiene per conto tuo, di norma non fisicamente, ma, per intenderci, in un "Monte Titoli" o istituto equipollente;
5) Altra incombenza a totale carico della banca, che opera in nome e per conto tuo.
Alla fine di tutto, ma anche preventivamente per non farti infinocchiare più del dovuto e non certo per colpa tua, potresti organizzarti con un legale Adusbef per inchiodare la banca ai suoi doveri.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

non conosco la banca e tanto meno il funzionario, e tantomeno i particolari della risposta

per la precisione: tu hai detto Banca Intesa, ma Banca Intesa nasce da una serie di fusioni ancora abbastanza recenti tra diverse banche, diversi sistemi, dieverse procedure e funzionari dalla diversa professionalità, niente di piu facile che un funzionario ex Cariplo si informi presso la Direzione per non assumere comportamenti non "compliance" alle procedure deò nuovo gruppo.

e Banca Intesa, per inciso, è uno dei gruppi in cui stanno facendo davvero pulizia degli esuberi; solo dopo Natale, ho visto chiudere 3 filiali nel giro di tre chilometri, dove passo tutti i giorni: Milano Turro, Milano Pasteur, Milano Via Zurett. a quel funzionario conviene "rigare dritto"!

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Vi ringrazio per tutti i contributi: evidentemente mi ricordavo di aver letto bene.

Avrei ancora un quesito, prima di sollecitare la banca con una risposta: sulla base di quale diritto/consuetudine/norma di comportamento posso chiedere ad un funzionario della banca di assistere alla vendita delle mie azioni, presso la stessa banca e non attraverso il mercato regolamentato della Borsa, e poi insistere che la minusvalenza sia inserita all'interno del mio Rendiconto (presumo, peraltro, che esistano anche delle problematice di natura informatica)? In effetti se sapessi che esiste una norma di comportamento (magari suggerita dalla stessa ABI) o qualcosa del genere, potrei insistere con maggiore possibilita' di successo...

Quanto all'eventualita' di rivolgermi ad un legale di Adusbef (sperando di non dover arrivare a tanto), avrei la possibilita' di farlo (allo stato sono semplicemente un iscritto a questo Forum)? Ed in tal caso, come dovrei procedere? Per farmi un'idea sulla convenienza, quale sarebbe il costo a cui andrei incontro?

Vi ringrazio molto per l'aiuto.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

sulla base di quale diritto/consuetudine/norma di comportamento posso chiedere ad un funzionario della banca di assistere alla vendita delle mie azioni

secondo te, i dipendenti della banca, cosa stanno li a fare? per che cosa sono pagati? eventualmente possono proporti soluzioni alternative, che tu valuterai, ma non ti possono dire "mi informo" e rinviare a oltranza...

Quanto all'eventualita' di rivolgermi ad un legale di Adusbef

in alto a sinistra su questa stessa pagina c'è scritto "sedi" (io lo vedo evidenziato in rosso): cliccaci sopra e avrai tutti i riferimenti, per i costi devi chiedere a loro.

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Pagina 2 di 3
Vai alla pagina [1 2 3]


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK