Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 60147  Discussioni create: 39757  Messaggi inviati: 258962
Iniziata: oltre 3 anni fa   Ultimo aggiornamento: oltre 3 anni fa   Visite: 2925

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Buonasera, avevo già scritto nel lontano 2009 questo papiro

Salve, vi scrivo per un problema che mi assilla, nel lontano 1997/98 ho aperto un conto corrente presso una banca, questo conto dopo un paio di anni di attività non è stato più utilizzato e quindi, nel 2001 mi reco in banca per effettuare la chiusura del conto, consegno bancomat e carta di credito, verso 1.100.000 di lire per coprire interessi passivi (lasciando un attivo per eventuali altre spese), firmo i vari fogli per la chisura ma la funzionaria in quel momento oberata di lavoro mi dice che mi spedirà tutto per posta. Certo della chiusura fatta mi dimentico della banca.. Circa nel 2004 mi contatta la banca per chiedermi di coprire il conto, cadendo dal pero mi reco in banca, parlo con il direttore dell'epoca spiegando che il conto lo avevo già chiuso. Mi confessa che l'impiegata che ha seguito la mia pratica è stata licenziata di "botto", mi rassicura che risolverà la questione e ci salutiamo. Ad oggi spunta una società che ha acquistato il mio debito (???) dalla banca e pretende 600 euro per chiudere la questione. Faccio fax alla sede della banca, riesco a parlare con il responsabile del settore incagli che.. candidamente mi suggerisce di proporre 200 euro alla società di recupero crediti per chiudere la questione. Io naturalmente ho richiesto tutti gli estratti conti dai quali si evince CHIARAMENTE che un conto non movimentato per oltre 1 anno e mezzo, riceve un versamento a copertura con avanzo e da lì in poi.. sono solo interessi passivi. Ma a parte la mia stupidità di non tenere incartamenti così vecchi (se mai li ho poi ricevuti..) e avere un conto corrente con altra banca da quella data in poi (mai problemi di scoperto o morosità..) come posso cautelarmi da questa situazione? Regalare dei soldi alla banca per un loro errore direi che non è il caso. Grazie per ora e scusate la lungaggine

Oggi, dopo 5 anni in cui non si sono più fatti sentire, sono tornati alla carica, nonostante avessi trovato un accordo (telefonico aimè..) con il precedente funzionario (poi sparito...) sono nuovamente sotto assedio.
questa volta dicono che con la nuova finanziaria possono esigere il credito sino al 2019, possono bloccarmi il conto corrente ecc.ecc.
Secondo voi, come devo comportarmi?
Grazie per eventuali suggerimenti
Stefano

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Ad oggi spunta una società che ha acquistato il mio debito

quando? parrebbe dopo il 2004... chi è? dovresti saperlo in quanto dovrebbero averti comunicato la cessione sia questa società che la tua vecchia banca con lettera raccomandata!

azioni da farsi (l'elenco non è esaustivo): chiedere dimosttrazione dell'avvenuta cessione e relativa data. chiedere il dettaglio del credito residuo ceduto (che non avrebbe doviuto esistere, stante le premesse). spiegare che l'errore è della banca precedente e che intendi lavartene le mani.

con la nuova finanziaria possono esigere il credito sino al 2019

chiariamo. se il credito è stato ceduto nel 2014, può essere sollecitato dalla finanziaria che lo ha acquisito almeno sino al 2019; è questo che volevano dire? perchè la prescrizione in 5 anni non è mica stata "inventata" nell'ulitma finanziaria, e comunque vale per i crediti erariali... insomma, mi sembra che ci siano molte cose da chiarire..

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Ciao, prima cosa grazie della risposta, il credito dovrebbe essere stato ceduto nel 2007/2008, l'ultima loro comunicazione utile è del 2009, in quel periodo ho preso contatto con il loro funzionario trovando un accordo (che, sinceramente, già mi faceva girare le scatole..) pur di risolvere questa situazione, parlammo, solo telefonicamente di circa 200 euro per chiudere con mia richiesta di fornirmi la documentazione esaustiva via mail, da allora il funzionario è sparito, oggi se ne è presentato uno nuovo dopo 5 anni dal precedente (nel frattempo avevo anche cambiato domicilio..).

Ha esordito DICENDO che con la nuova finaziaria possono esigere il credito sino al 2019 (dato che la mia prima risposta è stata prescrizione..) arrivando fino al blocco del conto corrente.

Sicuramente per loro è una mossa totalmente antieconomica ma... ri-sicuramente mi romperanno le scatole.. la situazione è complessa!

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

tu devi solo tenere in conto che loro non hanno pagato che pochi spicci o nulla del tutto per un credito di soli interessi, quindi accettare 200 euro in cambio di un fax è comunque un'operazione economica. a te addirittura può convenire proporgli i 200 euro a fronte di una liberatoria con specifico riferimento a quel credito per toglierteli definitivamente dai piedi.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Arbitro bancario finanziario,costa 50 euro e te li togli dalle palle anzi gli rechi anche danno!!!

aggiungi un commento
aggiungi un commento


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK