Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 60147  Discussioni create: 39757  Messaggi inviati: 258962
Iniziata: oltre 2 anni fa   Ultimo aggiornamento: oltre 2 anni fa   Visite: 2342

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

A causa di decisioni unilaterali della mia banca (Cassa di risparmio di Firenze) ho deciso di cambiare banca e mi sono rivolto ad Unicredit. Ebbene mi hanno detto che per trasferire il conto corrente fra due banche non c'è più la facilitazione che passa tutto in automatico da un conto all'altro, e mi riferisco a stipendi/pensioni, bollette, ed altro, ma l'utente deve effettuare tutte le operazioni per proprio conto.

Ovvio che, se è vero, è un'altro stopo verso l'utente che vuole cambiare banca. Ma è proprio vero?

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta
Pagina 1 di 4
Vai alla pagina [1 2 3 4]

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Assolutamente no, tra l'altro chi ti deve inforrmare è la nuova banca, quella dove vuoi trasferire il conto, non certo quella da cui vuoi andartene.





aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Assolutamente si con la procedura sepa,il vecchio rid è andato in soffitta, il debitore,comunica al creditore il nuovo iban,et voilà.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

La facilitazione esiste ancora, perchè la banca nuova, nel momento in cui dispone dell'Iban, può fare il servizio al cliente, che non deve comunque muovere un dito. Che poi il cliente possa fare da solo, con una sostanziale semplificazione della procedura, è un altro discorso. Tanto più che certi fornitori chiedono comunque la comunicazione scritta della nuova banca (anche via mail) per avere la certezza dell'Iban,

Come ho già detto tante volte, pollice dovrebbe fare un ripasso di italiano, non solo per la grammatica ma anche il significato delle parole. In altre parole, questto è un intervento a gamba tesa totalmente scorretto e sgrammaticato, di quelli che lui attribuisce a me, senza evidentemente sapere di cosa sta parlando.





aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Che poi il cliente possa fare da solo, con una sostanziale semplificazione della procedura, è un altro discorso.

No,il discorso è sempre lo stesso non capisci un cazzo.

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Pagina 1 di 4
Vai alla pagina [1 2 3 4]


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK