Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 60147  Discussioni create: 39757  Messaggi inviati: 258962
Iniziata: oltre un anno fa   Ultimo aggiornamento: oltre un anno fa   Visite: 45077

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

ho trovato nella buca delle lettere un avviso di giacenza che segnalava una raccomandata intestata a mio figlio.mi faccio firmare l'avviso mi munisco di un mio documento e vado all'ufficio postale.un solerte impiegato si rifiuta di darmi la lettera poichè manca il documento del delegante come scritto nell'avviso da me stesso portato. tutto questo non farebbe una grinza se l'avvviso in questione fosse stato integralmente compilato dal postino, io avrei almeno saputo chi ha inviato la raccomandata,non capisco il perché solo io devo attenermi a quanto scritto sul talloncino. per non parlare poi di tutte quelle signorine dei vari uffici che ritirano la posta dei loro dirigenti non li ho mai visti mostrare alcun documento. ma tutto questo non avrebbe importanza se mio figlio non fosse dovuto improvvisamente assentarsi per circa un mese,adesso come posso fare per sapere almeno da dove questa arrivava ? quando tempo può restare in giacenza ? Grazie

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta
Pagina 2 di 2
Vai alla pagina [1 2]

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

scusate la risposta ma era chiaramente non riferita a questo post

a su molenti sardu du frigasa una borta scetti

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

la cosa buffa è che fanno tante storie per il ritiro tramite delega e poi basta che passano da casa e la raccomandata la ritira pure un bambino, il cane istruito, un eventuale ladro presente in casa o il vicino.....mah!

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

salve a tutti, intervengo nella discussione per farvi conoscere cosa mi è capitato poche ore fa. giorni or sono mi è stato recapitato un avviso di raccomandata (parzialmente compilato..) intestato a mio fratello, che abita da tutt'altra parte. ho quindi intuito che quella raccomandata doveva essere intestata a me, cosa che effettivamente ho poi verificato, si trattava di un errore del mittente. fin qui nulla di strano. contatto mio fratello per fargli firmare la delega per il ritiro, e oggi mi sono recato all'ufficio postale dove era in giacenza. una squisita signora mi chiede i documenti, io gli porgo la mia patente, e lei mi risponde che è necessario anche il documento dell'intestatario, cioè di mio fratello, il quale vive a 100 km di distanza da me. e mi fa inoltre notare che la firma apposta sull'avviso potrebbe essere falsa, anzi secondo lei quasi certamente lo è poichè alcune lettere delle due firme sono simili...ebbene, non discuto sul fatto che avrei dovuto presentare la fotocopia del documento di mio fratello (non lo sapevo perchè è la prima volta che ritiro la posta per delega), ma essere etichettato come un falsario, o peggio come un truffatore proprio non ci sto!! è una questione di rispetto!! basta dire che è necessario un documento per rifiutare la consegna, e non trattare le persone come dei farabutti. questa signora dovrebbe vergognarsi e avere più rispetto per gli altri. grazie

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Pagina 2 di 2
Vai alla pagina [1 2]


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK