Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 57678  Discussioni create: 40082  Messaggi inviati: 258653
Iniziata: oltre un anno fa   Ultimo aggiornamento: 3 mesi fa   Visite: 39540
Documenti Cerca
Pagina 1 di 4
Vai alla pagina [1 2 3 4]

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Sentite un pò...la settimana scorsa rubano il bancomat a mio marito...ovviamente lui non avendo testa se ne accorge solamente dopo ben 3 giorni...bè in questi tre giorni trascorsi i ladruncoli si sono ben divertiti prelevando e utilizzando il pagobancomat per ben 1800,00€... bene ho fatto ovviamente denuncia e richiesta rimborso...ma la comica è che nessuno..nessuno ne la banca ne i carabinieri ritengono possibile che possa essere utilizzato un bancomat senza il codice pin....hanno ben 17 movimenti da analizzare visto che ormai i distributori di benzina sono tutti dotati di telecamere e le postazioni per i prelievi bancomat pure ma nessuno a intenzione di muovere un dito...quindi una povera cristiana può stare solo qui ad aspettare che l'assicurazione bancaria risponda che non può effettuare il rimborso????!!!! ma in che mondo viviamo?..addirittura hanno accusato la mia famiglia di furto del bancomat e utlizzo a mia insaputa...sono anni che avevamo lo stesso bancomat e solo noi l'abbiamo utilizzato..senza considerare che la serratura della macchina è stata forzata solamente per effettuare il furto del bancomat che la testa di mio marito aveva lasciato in bella vista sul portaoggetti...ah ovviamente ho già pensato a picchiare mio marito...ma è mai possibile che ancora oggi i carabinieri e la banca (che ovviamente fa finta di nulla) facciano finta di essere davanti ad una cosa impossibile???

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Ma non aveva un limite di prelievo giornaliero questo bancomat?I CC ovviamente diffidano dal procedere senza prima essere certi di quel che si denuncia.Comunque sporga denuncia di furto contro ignoti, specificando questi prelievi, richiedendo l'acquisizione dei filmati (anche se lo faranno loro d'ufficio).Incroceranno se è il caso con i viaggi dei vostri telepass di famiglia e l'aggancio delle celle dei cellulari di famiglia, per escludere un furto "interno".

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

e' la realta' i prelievi senza pin non possono essere fatti salvo la carta sia clonata ma in quel caso non la rubano ma la duplicano...diverso il caso di pagamento come carta di credito e quindi la firma in quel caso chi riceveva il bancomat doveva chiedere un documento...comunque si tranquillizzi non avra' nessun rimborso anche perche' le imputeranno la mancata custodia ..non e' che il bancomat puo' essere lasciato a vista insomma...ci vuole anche la diligenza del buon padre di famiglia...se poi le forze dell'ordine dovessero stare dietro a tutte queste cose...nessun giudice autorizzera' un lavoro del genere con perdita di tempo e soldi dello stato per risarcire a lei 1800 euro...ne sia certa...ci metta una pietra sopra...

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Stà di fatto che è vero, senza PIN il bancomat non lavora....

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Calma.... la denuncia la devono comunque prendere.Poi, grazie al nuovo codice, l'avvocato può fare indagini recandosi dai suddetti benzinai, chiedendo copia delle registrazioni.Non faranno difficoltà a darglieli.A quel punto si comincia ad avere qualcosa in mano.

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Pagina 1 di 4
Vai alla pagina [1 2 3 4]


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK