Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 59698  Discussioni create: 39725  Messaggi inviati: 258886
Iniziata: oltre 3 anni fa   Ultimo aggiornamento: oltre 3 anni fa   Visite: 2498

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Salve a tutti, chiedo gentilmente delle informazioni su come risolvere una situazione alquanto assurda!

Mio fratello anni fa fu protestato ma lo scorso anno ha ottenuto regolarmente la cancellazione del protesto come attestato dalla camera di commercio. Infatti dopo qualche mese ha riallaciato i rapporti con le banche: unicredit con cui lavorava gia prima gli ha ridato il carnet assegni, in un'altra banca ha aperto un nuovo conto ed inoltre gli è stata accettata una finanziaria a testimonianza del fatto che il protesto fosse stato cancellato (altrimenti tutto ciò non doveva esser possibile).

Problema: a distanza di circa 8 mesi dalla cancellazione gli arriva una comunicazione in cui viene informato del fatto che sarebbe andato incontro a delle sanzioni per aver emesso assegni in quanto risultante presso la prefettura ancora come protestato! Alla prefettura non riescono a dargli informazioni, attualmente può avere rapporti solo con l'unicredit ( alla quale non risulta il protesto mentre all'altra banca risulta) e inoltre l'avvocato gli ha detto che per 2 anni non potrà avere rapporti con le banche e dovrà pagare pure un verbale! Come è possibile se la documentazione presa alla camera di commercio attesta che il protesto è cancellato? Recarsi presso il giudice di pace può essere una soluzione?

Mio fratello è disperato perché ha una azienda da portare avanti e senza rapporti con le banche non sarà possibile!

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta
Pagina 1 di 3
Vai alla pagina [1 2 3]

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Scusatemi ho sbagliato sezione!

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

La cosa più importante non l'ha detto, il mittente della "comunicazione".

Il mittente è sicuramente la Prefettura e si tratta si sanzioni accessorie perchè suo fratello non ha pagato l/gli assegno/i.

Partiamo dall'inizio,.

1) Il protesto di un titolo è una cosa.

2) L'iscrizione in C.A.I. è una altra.

La "comunicazione" è riferita alla seconda, Tenga presente che in CAI ci finiscono anche assegni non protestati ma comunque non pagati e tenga presente che un assegno protestato può anche non finire in CAI perchè pagato entro i fatidici 60 gg.

Mia opinione personale è che suo fratello abbia seguito male la vicenda degli assegni non pagati (come vede non dico protestati), pensando solo al protesto. Comunque la Prefettura per i nominativi iscritti in CAI dalle banche per assegni non pagati, dopo tot tempo invia una lettera di convocazione presso il loro ufficio competente, per le sanzioni amministrative accessorie da comminare da parte del Prefetto. Se in sede di appuntomento si dimostra che l'assegno oggetto della convocazione è stato comunque pagato (seppur dopo i 60 gg e seppur nonostante l'iscrizione in CAI), non da sanzioni accessorie, Tale sanzioni sono rapportate alla quantita e qualità (importi) degli assegni non pagati. Il tutto è giustificato dalla depenalizzazione del reato di emissione di assegni a vuoto (senza fondi), il cui reato amministrativo (ora) viene sanzionato nelle maniere ora scritte.



Se sommate il T.A.N. al Tasso di Mora, tutti i mutui stipulati dagli italiani sono presuntivamente usurai, TUTTI, proprio TUTTI

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

La comunicazione arriva dalla prefettura ed è come se mio fratello abbia emesso assegni senza autorizzazione! Ma allora come mai gli hanno aperto un conto e dato il carnet degli assegni?

Potrebbe spiegarmi meglio il concetto di assegno non pagato ? Dal momento in cui mio fratello ha avuto nuovamente rapporti con la banca ha pagato regolarmente tutti gli assegni. Se fossero assegni non pagati che si riferiscono al periodo antecedente alla cancellazione del protesto ( con il quale mi sembra di capire che siano cose differenti) come mai in banca sembrava essere tutto apposto tanto da aprirgli un nuovo c/c! L'iscrizione in CAI non doveva gia apparire in quel momento?

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Eccomi. L'iscrizione in C.A.I. dura sei mesi, dopo nessuno più la legge, risultando pulito, L'azione del Prefetto parte SEMPRE dopo questi sei mesi, Insomma al CAI iscrive la banca, al CAI iscrive anche il prefetto, due azione separate con tempistiche diverse. Il Prefetto decide, come già detto, in relazione alla quantità degli assegni emessi senza provvista ed al lro importo.

Per l'assegno impagato, Impagato vuol dire:

1) Protestato

2) richiamato in presenza di un conto senza fondi;

3) Non protestato perchè arrivato "fuori termine" per il protesto in filiale, ma nei termini in "stanza di compensazione"

4) non pagato per mancaza fondi e non protestato.

Comunque, dopo che ha confermato che la lettera arriva dalla Prefettura, mi pare strano questo:

Alla prefettura non riescono a dargli informazioni

riconfermo tutto quello scritto nel mio primo intervento.

Spero di aver chiarito tutti i dubbi, per cui anche questo è superato:

sso assegni in quanto risultante presso la prefettura ancora come protestato! Al



Se sommate il T.A.N. al Tasso di Mora, tutti i mutui stipulati dagli italiani sono presuntivamente usurai, TUTTI, proprio TUTTI

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

La ringrazio per le delucidazioni ricevute ma vorrei , se è possibile, un ulteriore chiarimento ! Siamo sicuri di aver coperto tutti gli assegni e di averli emessi con la disponibilità nel conto per poterli pagare ( in questo ultimo anno dopo la cancellazione del protesto ). Può dunque essere che ci si riferisca ad assegni emessi in passato non pagati ( anche se non mi risulta che ce ne siano) o che il quantitativo di assegni emessi questo anno sia troppo?

Dopodiché vorrei sapere come mi consiglia di procedere e cioè dove dovrei recarmi e se è una cosa facilmente risolvibile.

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Pagina 1 di 3
Vai alla pagina [1 2 3]


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK