Accedi con Google+
Registrati con LinkedIN

  

Accedi con ForumConsumatori


Chiudi
Accedi | Registrati


Iscritti a ForumConsumatori: 60151  Discussioni create: 39758  Messaggi inviati: 258963
Iniziata: oltre 2 anni fa   Ultimo aggiornamento: oltre 2 anni fa   Visite: 1703

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Buongiorno a tutti,

vorrei chiedervi un parere in merito ad una questione non chiarissima.

Nel 2013 ho stipulato un mutuo ipotecario con BPER dove tra le garanzie compare anche un pegno su dei titoli (obbligazioni di altra banca) che scadranno a fine mese e verranno liquidati in toto.

Questa mattina ho chiamato il direttore della filiale dove ho acceso il mutuo chiedendo se potevo decidere in libertà dove reinvestirli ma mi è stato detto di no, anzi, la risposta per la precisione è stata "no, quei soldi sono praticamente delle banca, verranno investiti automaticamente in obbligazioni BPER".

Ora mi chiedo... hanno davvero tutto il diritto di decidere dove investire i miei soldi? sicuramente non li utilizzerei per acquistare titoli di stato greci ma almeno cercherei le obbligazioni bancarie più convenienti.

Grazie a chi mi saprà rispondere.

Roberto

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Data
Votazione
Non hai ancora votato! Vota ogni singolo contributo che ritieni utile o interessante e che sia ben scritto per permettere ai contenuti di qualità di salire in alto.
Vota ora facendo click sulle icone e vicino ogni domanda, commento o risposta
Pagina 1 di 4
Vai alla pagina [1 2 3 4]

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Controlla bene il contratto di mutuo, che dovrebbe normare anche questa evenienza, in ogni caso la risposta del direttore della Filiale mi sembra coerente con le prassi in uso. Di norma le obbligazioni vengono obbligatoriamente depositate presso la banca erogante, per avere la certezza di evitare sottrazioni, oppure un tempo venivano depositate su un libretto di risparmio vincolato, forma tecnica ormai desueta.





aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Gli aspetti da considerare sono 2,il primo riguarda la costituzione di pegno,e se questa preveda l'accettazione senza riserva del pegno secondo quanto prevede l'art 2805.

L'altro aspetto è che neanche

con la girata la banca puo smobilizzare quei titoli, e meno che mai rinnovarli.senza il tuo assenso.

La banca può usare quella somma come riduzione della obbligazione principale,o richiederti la costituzione di altri pegni equivalenti,vedi sentenza cass. 5592/96.

Tu vallo a trovare il direttore accompagnato,da un tuo legale di fiducia e competente.Troppo comodo e troppo unilaterale.

Una terza questione che mi porrei è ma siamo sicuri che questo mutuo ed il mio rapporto con bper sia soddisfacente,tutto considerato.

aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

io sarei più agguerrito. farei vedere il contratto ad un avvocato esperto della materia, per esempio un consulente adusbef, che potrà consigliarti al meglio e segnalarti se esistono "class action" in materia o "filoni" da seguire (es. usura, anatocismo e quant altro), a me non risulta, ma sarà il legale esperto a dare i consigli appropriati. il direttore non può fare nulla per modificare il contratto già firmato o per andare contro le istruzioni che gli sono state impartite.

la terza questione viene di conseguenza.





aggiungi un commento
aggiungi un commento

0
0 / 0
Rev.0 Segnala

Imbecille il direttore non può fare di testa sua.

aggiungi un commento
aggiungi un commento
Pagina 1 di 4
Vai alla pagina [1 2 3 4]


Prendi parte alla discussione
Prima volta? Assicurati di aver compreso le linee guida di partecipazione

Informativa sull'uso dei Cookies

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.OK